Lavoro precario per 20 anni. A Treviso riconosciuto il «danno esistenziale»

Un gruppo di docenti ha insegnato passando da un contratto a termine all’altro. «Incertezza sulle aspettative della vita». Riceveranno fino a 15mila euro di indennizzo

 Dieci, dodici, anche vent’anni di lavoro precario ininterrotti. Possibilità di pianificare la vita, avere il mutuo per la casa o anche solo metter su famiglia compromesse. Esiste la possibilità di vedersi risarcito il danno per un disagio tanto prolungato? Secondo un provvedimento del giudice del lavoro di Treviso sì, tanto che è stato riconosciuto un risarcimento a 12 insegnanti che tra la fine degli anni ‘90 e il 2014 hanno «ballato» da un contratto a termine e l’altro sempre nell’incertezza assoluta sul loro avvenire. Il giudice ha sancito un accordo tra il gruppo dei docenti e il loro datore di lavoro (un centro di formazione professionale che fa capo alla Provincia di Treviso) riconoscendo l’esistenza del «danno esistenziale» e accordando a ciascuno di loro una somma che oscilla tra i 2 e i 15mila euro.
2017-09-13T09:27:42+00:00
Non farti scappare altre news!
Registrati al nostro TamTam
Riceverai nuove e interessanti informazioni direttamente nella tua email box.
Rimani aggiornato
Fai una prova, puoi sempre cancellare la sottoscrizione dopo!
close-link